È stato detto che navigare è necessario. È solo una mezza verità.
Navigare è necessario per essere liberi quanto si può sognare di esserlo su questa terra, senza nuocere ad altri.
Sempre che lo si voglia, essere liberi.
Altrimenti si può farne a meno.

Björn Larsson, La saggezza del mare. Da Capo dell’Ira alla Fine del Mondo

Mainè è una scuola di vela, un equipaggio esperto per una vacanza in barca, un’associazione che propone percorsi educativi e riabilitativi basati sulla navigazione a vela. In ligure, mainè significa marinai. In Italia però un popolo di marinai non esiste più da secoli: soltanto nel corso del Novecento gli italiani si sono riavvicinati al mare con un lento processo, basato soprattutto sul turismo balneare. Ed è questa prospettiva che vogliamo aiutare a cambiare, passando a scoprire le coste non dalla spiaggia, ma dal mare. Attraverso tutte le sue attività, Mainè fornisce le competenze, gli strumenti e le esperienze che contribuiscono a formare una cultura marina, indispensabile per superare la soglia della battigia e per avventurarsi con sicurezza e con rispetto nella vastità degli spazi marittimi. Mainè è un’associazione sportiva riconosciuta dal CONI e affiliata alla UISP.

Statuto   |   Regolamento   |   faq

foto profilo
Fabio Berio
Skipper e fondatore di Mainè

Nato a Imperia, nella Liguria di Ponente, ha cominciato a navigare da bambino sulle barche a remi, sugli Optimist (piccole barche a vela) e su qualunque cosa galleggiasse e non richiedesse una patente e la maggiore età. All’attivo ha più di 18000 miglia di navigazione, di cui circa 6000 nell'Oceano Atlantico e il resto nel Mediterraneo. È stato istruttore alla Lega Navale di Milano per due anni prima di fondare Mainè, nell’aprile del 2012. Quando non naviga, collabora con l’Università degli Studi di Milano, dove tiene corsi di storia contemporanea e segue progetti di ricerca nell’area della storia della mobilità.